Mia filosofia

– L’esperienza insegna dalla vita passata, l’esigenza ingegna per la vita presente, insieme ti formano il carattere, indicano la via e costruiscono un futuro. –

Da questa affermazione inizio con la mia filosofia di vita, considerando anche che una persona e’ veramente serena, quando dal momento che si sveglia a quando torna a dormire puo’ liberamente scegliere cosa fare…

Semplicita’, salute ed un sano modo di variare la vita, aiutano a stimolare il benessere ed alimentano le sicurezze. Pace e tranquillità si mantengono con una dimostrazione di forza uguale se non superiore, ma che rimanga pur sempre una ferma dimostrazione di forza e non conflitto vero. Comunque vivere in armonia e tranquilli con il circondato, e’ anche vedere oltre l’apparente realta’. Bisogna pero’ lasciare alle volatili parole il beneficio del dubbio considerando i solo fatti come certezze e verita’. Le parole infatti non sono mai attendibili perché hanno una consistenza pari a dei friabili castelli di sabbia.
Comportarsi con convinta coerenza indica stabilita’ d’azione.

Non e’ ad urlare che si ragiona o si ha ragione, e’ spiegando con tono orecchiabile che bisogna farsi capire. Tramite voci alterate o poco educate, troppo spesso la gente si eleva nel giudicare e criticare come vivi la tua vita, tralasciando pero’ di controllare la loro. Tacere ed osservare, e’ molto piu’ costruttivo delle futili parole ed e’ qui che inserisco la sacrosanta legge delle “dodici P” che mi venne fatta presente con ironico ma perentorio dire:

 

1 Prima
2 Pensa
3 Poi
4 Parla
5 Perchè
6 Parole
7 Poco
8 Pensate
9 Possono
10 Produrre
11 Parecchie
12 Puttanate

 

Pensa quanti grattacapi potresti evitare usando questi semplici accorgimenti.

Ho imparato a non contare troppo sull’aiuto di secondi o terzi, infatti le societa’ che funzionano e durano nel tempo, sono composte da elementi dispari ma non piu’ di due. Anche li’ dove l’unione fa la forza, e’ meglio cercare il modo d’arrangiarsi da soli per non ritrovarsi un domani con insolubili debiti, obbligati favori o false riconoscenze. Mai illudersi, perche’ la delusione e/o sconforto del mancato avverarsi potrebbe devastare la mente e creare gravi turbe della psiche. Se devi proprio avere un aiuto, meglio sperare che le proprie riserve vitali restino integre, sperare che la ragione rimanga in cattedra ed ancorarsi alle certezze.
Infine abbandonati al destino e lascia al tempo il suo curativo trascorrere.

Se metti una bottiglia a meta’ livello dinanzi ad un pessimista, lui la vede come mezza vuota ed inizia a evidenziare problemi. La stessa bottiglia dinanzi ad un ottimista la vede mezza piena e si attiva subito per trovare soluzioni.
Io adoro sguazzare nella fonte dell’eterna immaturita’, amo il goliardico e demenziale dialogo, ma soprattutto cerco sempre d’evitare i problemi. Quando questi m’investono pero’, preferisco affrontarli subito per cercare di risolverli.
Ecco trovato come, cosa e chi preferisco portare a braccetto …!!!

Molti modi di dire, hanno un loro filosofico significato.
A questi detti, tra i quali cito:

– Chi fa da se fa per tre –

– L’esigenza ingegna –

– E’ nato prima l’uovo o la gallina? –

– eccetera, eccetera, eccetera. –

io di tutto cuore rispondo:

– Fammi indovino che ti faccio ricco –

ma comunque e sempre:

– Il cane non muove mai la coda per nulla –

Questo vale anche per tutti noi che quando facciamo qualcosa di pratico abbiamo sempre dei piccoli tornaconti. Tal volta non visibili, tangibili o quantificabili ma pur sempre esistenti e veri. Forse non ci e’ dato di sapere tanti motivi e vari significati forse ci sfuggono, ma tristemente posso ammettere che:
– La madre del deficiente rimane sempre incinta –
e se la scienza insegna che nulla si crea e nulla si distrugge, io invece dico:

– Se una madre partorendo crea, il deficiente vivendo distrugge –

 

Scroll Up