US Route 66

Dopo aver visto il film “Forrest Gump”, definisco l’idea:
-“Salgo sulla mia handbike e percorro tutta la US ROUTE 66…”-
Nel 2009 ho realizzato questa impresa.
Metaforicamente sono riuscito a compiere una sorta di coast to coast dalla prima alla seconda vita. Quasi 3800 km in 80 giorni costellati di continue sfide e sudore. Partendo da Chicago sono arrivato al molo di Santa Monica, vicino a Los Angeles, attraversando 8 stati e 3 fusi orari, rendendo così reale quello che era stato definito da molti un sogno irrealizzabile o pura utopia.

 

 

map_route_black

 

Gli aspetti naturalistici dei territori attraversati dalla Route 66 quali topografia, geologia, vegetazione e fauna, costituiscono elementi importanti del viaggio. In particolare nella prima parte, Illinois, Missouri e Oklahoma, gran parte del paesaggio è costituito da terre coltivate, più ad ovest si incontrano foreste, praterie in Texas e parte del New Mexico. Dopo Albuquerque il paesaggio è caratterizzato da scoscese montagne, rade praterie e veri e propri deserti interrotti solo raramente da insediamenti urbani o da profili di città.

Le particolarità del paesaggio non corrispondono generalmente ai confini degli stati o delle contee lungo il percorso della strada, i cambiamenti sono spesso molto graduali ma per semplicità si possono individuare sette diverse aree tra Chicago e Los Angeles, ognuna con specificità naturalistiche ben distinte. Ciascuna di queste ospita un diverso ecosistema sia per quanto riguarda la flora e la fauna che sono rimaste in gran parte ancora quelle originali.

La Route 66 è uno dei rari esempi di strada con caratteristiche in un certo senso storiche, un percorso lungo il quale il passaggio di persone e merci ha assunto significati culturali e non solo per le comunità direttamente attraversate.

Per trovare esempi comparabili bisogna risalire alle grandi strade imperiali romane, attraverso le quali la cultura di Roma si diffondeva nel mondo allora conosciuto arricchendosi però continuamente dei contributi provenienti dalle province più lontane.

Questo percorso si compone di numerosi elementi, edifici, paesaggi, ponti, ciascuno con diversi stati di conservazione e risalenti a momenti successivi nella storia della strada. Molte delle strutture sono ancora in buone condizioni e attualmente in uso, in gran parte per attività commerciali. Almeno il 25% degli edifici richiede sostanziali ristrutturazioni mentre un altro 25% non è più economicamente recuperabile e scomparirà entro questo decennio.

 Immagine Ita

 

La U.S. Route 66 fu ufficialmente rimossa dal sistema delle highway nel 1985, quando assieme alle altre fu rimpiazzata dall’Interstate Highway System. Attualmente esiste con il nome di “Historic Route 66” ed è ancora quasi tutta percorribile.

 

VAI A DEFINISCO L’IDEA

VAI AL PROGRAMMA

VAI AL DIARIO

VAI A FINE DIARIO

 

Scroll Up